14/01/2022 PADOVA – Quasi 3000 contagi in 24 ore, ricoveri stabili nel padovano. La variante Omicron è presente nel 66% dei casi e diventa predominante. Nel fine settimana open day per la vaccinazione pediatrica || 2993 nuovi contagi in 24 ore, ma la situazione dei ricoveri resta stabile nel padovano pur con numeri ancora elevati. Negli ospedali dell’ulss euganea sono un centinaio i pazienti ricoverati in area medica, 122 invece quelli in azienda ospedaliera. Quasi la meta ovvero 50 casi sono i cosidetti “covid per caso” ovvero pazienti che hanno scoperto di essere positivi durante un ricovero prima di un intervento o per altre patologie.Nelle terapie intensive e subintensive la quasi totalità dei ricoveri riguarda giovani adulti non vaccinati. Nelle terapie intensive dell’azienda ospedaliera su 28 ricoveri, 23 sono no vax negli ospedali dell’ulss su 20 in terapia intensiva 15 sono no vaccinati. Da un paio di giorni azienda ospedaliera e ulss stanno somministrado il nuovo farmaco antivirale che è in grado di ridurre del 30% l’ospedalizzazione. Il covid rientra anche nelle case di riposo, con 135 ospiti e 142 operatori positivi, ma si tratta di soggetti asintomatici e vaccinati con terza dose. Sul fronte scuola nel padovano sono 172 classi in quarantena. In questi ultimi giorni è diminuita la vaccinazione tra più piccoli, per loro nei padiglioni 6 e 8 della fiera sabato e domenica sono previsti due open day ad accesso libero. Nel fattempo l’84% dei padovani ha scelto la vaccinazione e di questi il 48% ha già fatto anche la terza dose. – Intervistati GIUSEPPE DAL BEN (Direttore Gen. Azienda Ospedaliera di Padova), ALDO MARIOTTO (Direttore Sanitario Ulss 6 Euganea) (Servizio di Valentina Visentin)


videoid(z_fluzvpxag)finevideoid-categoria(servizio_tg)finecategoria